Smartsex

Epatite C

Image title
 

Ospitato dal governo del Brasile, il vertice mondiale dell'epatite 2017 viene co-organizzato dall'Oms e dall'alleanza mondiale dell'epatite. Il vertice mira a incoraggiare altri paesi a prendere decisioni per combattere l'epatite, che causa ancora più di 1,3 milioni di morti ogni anno e colpisce più di 325 milioni di persone

In occasione del vertice Mondiale sull'epatite che si svolge fino al 3 novembre in Brasile, l'Oms segnalava un crescente slancio globale nella risposta alla lotta contro la malattia. Ben 3 milioni di persone sono state in grado di ottenere il trattamento per l'epatite C negli ultimi due anni e altri 2.8 milioni hanno intrapreso un trattamento permanente per l'epatite B nel 2016.

 


"Abbiamo visto un aumento di quasi cinque volte del numero di paesi che sviluppano piani nazionali per eliminare l'epatite virale pericolosa durante gli ultimi 5 anni", afferma Gottfried Hirnschall, direttore del Dipartimento dell'HIV e del programma globale dell'epatite. "Questi risultati portano la speranza che l'eliminazione dell'epatite possa e diventerà una realtà".

 



Ospitato dal governo del Brasile, il vertice mondiale dell'epatite 2017 viene co-organizzato dall'Oms e dall'alleanza mondiale dell'epatite. Il vertice mira a incoraggiare altri paesi a prendere decisioni per combattere l'epatite, che causa ancora più di 1,3 milioni di morti ogni anno e colpisce più di 325 milioni di persone.

 


 

"Non possiamo perdere di vista il fatto che l'anno scorso 194 governi si sono impegnati a eliminare l'epatite virale entro il 2030. Certamente siamo ancora molto lontani da questo obiettivo, ma ciò non significa che sia un sogno ", afferma Charles Gore, presidente dell'alleanza mondiale dell'epatite. "Il Summit mondiale sull'epatite 2017 è tutto dedicato a come trasformare la strategia globale dell'Oms in azioni concrete".



"Il Brasile è onorato di ospitare il vertice mondiale dell'epatite 2017  e accoglie con favore questo straordinario team di esperti, ricercatori, dirigenti e rappresentanti della società civile per discutere del problema globale di salute causato da epatite virale", afferma Adele Schwartz Benzaken, direttore del ministero brasiliano del Dipartimento per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo di HIV / AIDS ed epatite virale.



Molti paesi stanno dimostrando una forte leadership politica, facilitando forti riduzioni dei prezzi nei farmaci per l'epatite, anche attraverso l'uso di medicinali generici che consentono un migliore accesso a più persone in breve tempo.



Nel 2016, 1.76 milioni di persone sono state trattate per l'epatite C, un aumento significativo degli 1,1 milioni trattate nel 2015.
E ancora, i 2.8 milioni di persone in più che hanno iniziato il trattamento permanente per l'epatite B nel 2016 sono un aumento ulteriore rispetto agli 1,7 milioni che hanno iniziato nel 2015. Ma queste tappe rappresentano solo passaggi iniziali, l'accesso al trattamento deve essere aumentato globalmente se l'obiettivo dell'abbattimento dell'80% si vuole raggiungere entro il 2030.



Tuttavia, i finanziamenti rimangono un vincolo importante: la maggior parte dei paesi manca di risorse finanziarie adeguate per i servizi chiave dell'epatite.



Per ottenere un rapido accesso al trattamento, i paesi hanno bisogno urgentemente di aumentare i test e diagnosi per l'epatite B e C. A partire dal 2015, circa 1 su 10 persone che vivono con l'epatite B e 1 su 5 persone che vivono con l'epatite C, erano consapevoli della loro infezione. I paesi devono migliorare le politiche e i programmi per aumentare la consapevolezza e la diagnosi.



I paesi devono anche fornire una gamma completa di servizi per la prevenzione dell'epatite, accessibili a vari gruppi di popolazione, in particolare a quelli a maggior rischio.



In gran parte dovuto all'aumento dell'impiego del vaccino contro l'epatite B, il tasso di infezione nei bambini sotto i 5 anni è sceso all'1,3% nel 2015, passando dal 4,7% all'epoca del pre-vaccino.



Tuttavia, la fornitura di altri servizi di prevenzione, come la vaccinazione alla nascita per l'epatite B, i servizi di riduzione del danno per le persone che iniettano farmaci e il controllo delle infezioni in molti servizi sanitari rimangono bassi. Ciò ha portato a continui tassi di nuove infezioni, tra cui 1.75 milioni di nuovi casi di epatite C ogni anno.



L'innovazione in molti aspetti della risposta epatite deve continuare. Nuovi strumenti necessari includono una cura funzionale per l'infezione da epatite B e lo sviluppo di strumenti diagnostici più efficaci per entrambi le epatiti B e C.



"Non possiamo soddisfare gli obiettivi ambiziosi di eliminazione dell'epatite senza innovazione negli interventi e nei metodi di prevenzione ", ha affermato Ren Minghui, assistente al direttore generale delle malattie trasmissibili, Oms. "I grandi successi dei programmi di vaccinazione contro l'epatite B in molti paesi devono essere replicati e sostenuti a livello globale nel contesto del passaggio alla copertura sanitaria universale ".



Al World Summit per l'Epatite Mondiale 2017 partecipano oltre 900 delegati provenienti da più di 100 paesi, tra i quali i ministri della Salute, i responsabili dei programmi nazionali e i rappresentanti di organizzazioni di persone affette da epatite virale. Il vertice esamina i progressi e rinnova gli impegni da parte dei partner globali per ottenere l'eliminazione dell'epatite virale entro il 2030, un obiettivo della strategia di eliminazione dell'Oms e degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

 

Fonte: http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=55392