Smartsex

LOMBARDIA, SERVIZI INNOVATIVI E PRESTAZIONI  GRATUITE 2

SERVIZI INNOVATIVI E PRESTAZIONI GRATUITE

Consultori pubblici e privati, centri per la famiglia di orientamento legale, psicologico e sociale. Così la Regione Lombardia mette al centro la famiglia e le sue necessità.
 
La Regione Lombardia ha approvato il nuovo tariffario regionale, relativo alle prestazioni socio sanitarie. Sono stati stanziati 21 milioni di euro da investire in servizi innovativi a sostegno delle famiglie e delle persone più fragili. Dal 2017 si rafforzano gli impegni per rispondere alle esigenze dei nuclei familiari. Ad annunciarlo è stato l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, commentando l'approvazione in giunta del nuovo tariffario regionale, relativo alle prestazioni socio sanitarie.
 
Ventuno milioni ai consultori
"Da quest'anno ai servizi dedicati alle famiglie – ha detto l’assessore -  oltre ai 20 milioni di euro messi a disposizione, ogni anno, si aggiungeranno 600 mila euro per servizi sperimentali. Altri 720 mila saranno destinati all'avvio di sei nuovi consultori. Sul territorio nei esistono già 220, di cui 140 pubblici e 80 a contratto.
 
Presa in carico della famiglia
"Seguendo il principio della legge di evoluzione del sistema socio sanitario lombardo - ha sottolineato Gallera - che prevede una maggiore integrazione dei servizi sul territorio, abbiamo individuato il Consultorio familiare come presidio fondamentale per la presa in carico della famiglia in modo  complessivo, soprattutto per le situazioni di criticità".
 
Flessibilità, gruppi di auto-mutuo-aiuto e bullismo
"Per andare incontro alle esigenze delle famiglie - ha continuato l’assessore - abbiamo introdotto una maggiore flessibilità nell'accesso ai servizi e nelle modalità di gestione, per esempio permettendo che gli incontri possano tenersi anche al di fuori dalla sede del Consultorio".
"Tra i servizi innovativi introdotti - ha evidenziato Giulio Gallera - ci sono le iniziative volte a favorire l'avvio di gruppi di auto-mutuo-aiuto finalizzati a facilitare la condivisione e lo scambio di esperienze tra i partecipanti, in relazione a specifiche tematiche come l'aiuto ai care giver, genitori separati, elaborazione del lutto. Altra novità ha aggiunto- sono gli incontri di gruppo di prevenzione e promozione della salute
da svolgere nelle scuole su importanti tematiche come il bullismo e cyber-bullismo, violenza di genere, malattie sessualmente trasmesse".
 
Prestazioni gratuite
“Ricordo - ha concluso Gallera - che per le famiglie tutte le prestazioni sociosanitarie in particolare
 assistenza senza l'obbligo di prescrizione su ricettario regionale e in regime di esenzione".