Smartsex

TEST FAI-DA-TE PER L'HIV 2

TEST FAI-DA-TE PER L'HIV

Da qualche giorno nelle farmacie italiane è disponibile il primo test fai-da-te per HIV.

Il Kit per l'autodiagnosi della sieropositività disponibile in 2800 farmacie, costerà 20 euro. Garantisce l'anonimato e sarà venduto a tutti i maggiorenni senza bisogno di ricetta medica. Si tratta di un prelievo del sangue con una piccola puntura al polpastrello. Già dopo 15 minuti sono disponibili i risultati.
L’iniziativa è stata presentata alla Camera alla presenza di Rosaria Iardino, presidente della Fondazione Onlus The Bridge in occasione del 1 dicembre, la Giornata mondiale contro l’Aids. «Il test non sostituisce quello negli ospedali, ma è un’opportunità in più - dice Iardino - per contrastare un fenomeno sommerso, quello delle diagnosi tardive da Hiv, che in Italia si stima siano tra le 6mila e le 18mila persone». In Europa 1 persona su 7 non sa di essere sieropositiva; da qui, l’importanza di incrementare la diffusione degli esami.
La sensibilità e quindi l’attendibilità nella rilevazione dell’infezione in questo test è vicina al 100%. Per l’autotest vige la stessa regola degli esami di laboratorio: bisogna sapere che tra il momento del contatto a rischio (e quindi del presunto contagio) e l’analisi devono passare almeno 90 giorni. Gli errori possono essere dei “falsi positivi”, in ogni caso dopo aver ricevuto una diagnosi di conferma di presenza del virus Hiv bisogna rifare le analisi in un lavoratorio e contattare un medico.
Nel 2015 sono state segnalate 3.444 nuove diagnosi da infezione da HIV, 10% in meno rispetto alle 3.850 del 2014, l’Italia è tredicesima in Europa in termini di incidenza delle nuove diagnosi.  

 

Fonte: corriere.it