Smartsex

Vaccinazioni obbligatorie

vaccinazioni
 
Dovranno essere presentati in segreteria, c'è tempo fino all'11 per nidi e materne, per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni, invece, la scadenza è il 31 ottobre. Inviate dal Comune 33mila lettere alle famiglie. Tutte le informazioni sul rientro in classe e il fac-simile dell'autocertificazione
 
 

La prima data utile è venerdì 1 settembre: è da quel giorno, e fino al prossimo 11 settembre, che i genitori dei bimbi iscritti ai nidi e alle materne milanesi dovranno consegnare alle segreterie delle scuole i documenti relativi allo stato vaccinale dei loro figli. La data è stata comunicata oggi da Palazzo Marino, che ha inviato 33mila lettere ad altrettante famiglie i cui bimbi, da 0 a 6 anni, sono iscritti nelle scuole pubbliche e private della città.



INFO:
- LE SEI COSE CHE BISOGNA SAPERE
- CHI E' IN REGOLA E CHI NON, ECCO COSA FARE
- VACCINI: QUANTI, QUALI E A CHE ETA'

- IL MODULO PER L'AUTOCERTIFICAZIONE

- LA LETTERA DI ISTRUZIONI ALLE FAMIGLIE


La presentazione dei documenti è prevista dal decreto Lorenzin, che ha reso obbligatorie a partire dall'anno scolastico 2017-2018 10 vaccinazioni, per bambini e ragazzi fino a 16 anni. I vaccini diventati obbligatori sono quelli contro polio, tetano, difterite, epatite B, pertosse, Haemophilus di tipo B, morbillo, parotite, rosolia e varicella (solo per i nati a partire dal 2017). I bambini iscritti a nidi e materne devono presentare i documenti entro i primi dieci giorni di settembre: chi non lo farà, a partire dall'11 settembre non potrà più essere ammesso a scuola, anche se i genitori pagheranno la multa prevista dal decreto. Per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni, invece, la scadenza è stata fissata al prossimo 31 ottobre.

 

Nella lettera inviata alle famiglie milanesi, firmata dalla vice sindaca Anna Scavuzzo, Palazzo Marino spiega che "il Comune di Milano sta lavorando per rendere gli adempimenti alla nuova normativa nazionale comprensibili e, per quanto di sua competenza, semplici e chiari in modo che costituiscano il meno possibile un aggravio per le famiglie e consentano, nonostante i tempi brevi a disposizione, di rispettare il calendario e le scadenze indicate in norma". Insieme alla lettera, il Comune ha inviato alle famiglie anche il modulo di autocertificazione predisposto dal ministero, e la tabella con le scadenze vaccinali.



A scuola le famiglie i cui figli sono in regola con le vaccinazioni dovranno presentare il certificato vaccinale (che attesti quante e quali vaccinazioni i bambini hanno fatto), oppure un'autocertificazione (valida fino al prossimo 10 marzo). I genitori i cui bambini invece non hanno fatto tutte le vaccinazioni, dovranno presentare o la richiesta inoltrata a un centro vaccinale per avere l'appuntamento e fare quindi i vaccini mancanti, oppure un certificato di esonero firmato dal pediatra o dal medico di famiglia, che attesti che il bimbo non può essere vaccinato perchè immunodepresso oppure perchè ha già avuto la malattia. 

 

 

Fonte: milano.repubblica.it